venerdì 26 agosto 2016

Pasta frolla allo strutto e cookie

Quella che propongo è una ricetta  per preparare un'ottima pasta frolla, che è molto versatile. La pasta frolla allo strutto, mantiene un sapore neutro e una fragranza unica, non si indurisce come avviene per quella al burro ed è molto leggera. Adattissima alla preparazione del pasticciotto leccese e lo è altrettanto per altre preparazioni come i cookie.




Ingredienti per la pasta frolla
500 g di farina 00
200  g di strutto
220 g di zucchero
2 uova intere
3 cucchiaini di lievito per dolci
1 bustina di vanillina
scorza di limone grattugiata


Per i cookie potete dimezzare le dosi della pasta frolla e usare una tavoletta da 100 g di cioccolato al latte frantumata.
Oppure potete scegliere di fare dose intera e utilizzare la pasta frolla, oltre che per i cookie anche per i biscotti "occhi di bue" e le crostatine alla crema pasticcera e frutta ed avere quindi un vassoio di pasticceria assortita.

Procedimento:
  1. Impastare la farina con lo strutto, poi aggiungere in sequenza lo zucchero, le uova, il lievito, la vanillina e la scorza di limone. 
  2. Lavorare gli ingredienti fino ad ottenere un composto omogeneo. Se volete ottenere i cookie, mescolate l'impasto con il cioccolato al latte spezzettato.
  3. Fate riposare l'impasto in frigo, avvolto in pellicola, per mezz'ora.
  4.  Trascorso il tempo, infarinate un pò il piano di lavoro e procedete a stendere l'impasto. Con un coppapasta potrete ottenere le forme tonde.
  5. Foderare con carta da forno una teglia oppure imburratela
  6. Cuocere in forno preriscaldato a 180 per 20 min.



giovedì 28 aprile 2016

Filetto alla Wellington




Ingredienti:
filetto
prosciutto crudo di Parma
funghi porcini
uno spicchio d'aglio
prezzemolo
olio extravergine d'oliva
un rotolo di pasta sfoglia
sale


Non so precisamente le dosi di questa ricetta, però come sapete, questo in cucina non è un problema. Lo sarebbe, indubbiamente in pasticceria, dove le misure son un "must" irrinunciabile. Rubata da Gordon Ramsey che l'ha suggerita ad un ristorante in crisi in "cucine da incubo". Con molto piacere ho scoperto che Gordon usa il prosciutto di Parma 







giovedì 14 aprile 2016

Gamberi al curry


Questa è sicuramente una ricetta esotica, l'ho presa dalla raccolta de il mattino. Provatela!

Ingredienti: dose per 4 persone
Un ananas da 1 kg
 250 g di gamberi
200 g di petto di pollo
160 g di riso
150 g di panna liquida
50 g di Cognac
20 g di cipolla
scalogno
prezzemolo
curry
farina bianca
 350 ml di brodo
olio d'oliva
sale e pepe

Sgusciate i gamberi, lavateli e asciugateli. Portate a bollore il brodo. tritate finemente la cipolla e fatela appassire in 3 cucchiai di olio scaldato in una pirofila; unitevi il riso, mescolate e poi irrorate con il brodo bollente a passate in forno a 180° per 16 minuti. dividete a metà per il lungo l'ananas, poi scavate i mezzi frutti, estraendo la polpa e badando a non intaccare la scorza.Tenete da parte la polpa di mezza ananas per altre preparazioni. Eliminate la parte centrale più dura e tagliate la polpa a dadini. asciugate perfettamente la carta da cucina all'interno dei gusci di ananas. Togliete il riso dal forno versatelo nei due contenitori d'ananas. Scaldate in una padella 4 cucchiai di olio a appassitevi lo scalogno tritato finemente. Infarinate leggermente i gamberi e poi fateli insaporire in padella per 5 minuti. tagliate a dadini il pollo e unitelo ai gamberi, lasciando insaporire a fuoco vivace. Aggiungete un cucchiaio di curry, irrorate con il Cognac, lasciandolo evaporare a fiamma viva. unite i dadini di ananas, bagnate con la panna, salate, pepate e lasciate scaldare il tutto per 3 o 4 minuti.
Ponete i 2 mezzi di ananas su piatti adeguati; versate sul riso i gamberi con tutto il loro intingolo; cospargete con foglioline di prezzemolo, mondate, lavate, sgocciolate e tritate finemente, quindi servite

Spiedini di gamberi e zucchine

Ingredienti: dose per sei persone

30 code di gamberi, circa 500 g
300 g di zucchine
4 fette di pancarrè
aglio
prezzemolo
 olio d'oliva
sale
pepe.

Sgusciate le code di gamberi: praticate un'incisione per il lungo, aprite il guscio a libro e, quindi, estraete la polpa. Spuntate, lavate e sgocciolate accuratamente le zucchine poi, con l'apposita mandolina, tagliatele per il lungo, ricavandone delle sottili fettine (30 in tutto): raccoglietele in una ciotola adeguata e tenetele da parte.
Passate le fette di pancarré al tritatutto elettrico, raccogliendo il ricavato in un piatto. mescolate con uno spicchio d'aglio tritato con una manciata di foglioline di prezzemolo, mondate. Insaporite il composto con un filo d'olio, sale e pepe.
Avvolgete ciascuna coda di gambero in una fetta di zucchina. Otterrete 30 rotolini che infilzerete , 5 per volta, in sei stecchini: così preparati, potete anche tenerli per qualche ora in frigorifero coperti con pellicola trasparente. passate ogni spiedino nel composto di pane arrotolandovelo; fatelo aderire così che ciascuno spiedino risulti il più possibile ricoperto e quindi aromatizzato.
ponete sul fuoco una griglia e non appena sarà rovente sistematevi gli spiedini. Cuoceteli per 10 minuti.

Polpo alla luciana

Tipica pietanza campana, il piatto prevede una preparazione esclusivamente con i polpetielli veraci. I polpi veraci hanno due file parallele di ventose sui tentacoli e la sacca maculata di marrone con leggere sfumature di color rosa.

Ingredienti per 4 persone

1 polpo di circa 1 kg
200 g di pomodori maturi
6 cucchiai di olio evo
2 spicchi d'aglio
1 ciuffo di prezzemolo
sale
pepe


Lavate e pulite il polpo, togliendo gli occhi, i beccucci, l'interno della testa e le cartilagini e lasciatelo intero. Sciacquate i pomodori, spellateli e strizzateli, quindi eliminate i semi e tagliateli a pezzetti. Sistemate il polpo intero in un tegame di terracotta con l'olio e i pomodori e l'aglio, chiudetelo con un foglio di carta dall'alluminio e il coperchio. Fate cuocere a fuoco non molto vivace per circa 1 ora smuovendo ogni tanto il tegame di terracotta per evitare che il sugo si attacchi sul fondo. Scoperchiate il tegame e togliete il foglio d'alluminio aggiungendo sale e pepe, tagliate il polpo a pezzi piccoli.Spolverizzate con il prezzemolo tagliato finemente.

Ovis molis , lingue di gatto e amaretti morbidi

Ovis molis
farina bianca 200 g
burro 200 g
fecola 100 g
zucchero a velo 100 g
5 tuorli sodi
confettura di albicocche
vanillina, sale

Preparate la pasta frolla con la farina, la fecola, lo zucchero, la vanillina, i tuorli sodi e il sale. Unite il burro, lavorare velocemente e lasciate riposare. Formate quindi delle palline, segnate al loro centro un incavo e riempitelo di marmellata. Infornate su placca imburrata e infarinata a 185 ° per 15 '.





Lingue di gatto
farina bianca 100 g
burro 100 g
zucchero a velo 100 g
un albume
zucchero semolato


lavorate il burro sciolto con lo zucchero a velo. unite la farina, un po' di sale, l'albume montato. deponete a bastoncini o a mucchietti sulla placca imburrata e infarinata e cuocete a 200° per circa 5 o 6 minuti.



Amaretti morbidi
mandorle pelate 250 g
zucchero semolato 250 g
albume
essenza di mandorle amare
panna fresca, un cucchiaio

Macinate le mandorle con lo zucchero, unite l'essenza, l'albume e la panna non montati. deponete il composto, formando gli amaretti con un cucchiaio sulla placca leggermente imburrata e infarinata e cuocete a 220 ° per 6/7 '.

Profitteroles al cioccolato

Riempite 36 bignè pronti con circa 400 g di panna montata, leggermente dolcificata con zucchero a velo. Mescolate altri 400 g di panna montata ma non del tutto, con 150 g di cioccolato fuso a bagno maria e 250 g di crema pasticcera.. immergete ad uno ad uno i bignè in questa crema e disponeteli via via a cupola. Guarnite la preparazione con ciuffetti di panna montata. Dose per 12.